L'invito del Presidente Nalon a vaccinarsi

Visite: 106

Con una cortese ma ferma lettera rivolta ai genitori e ai familiari degli utenti - anche a nome dei genitori presenti nel Consiglio di Amministrazione della Cooperativa Sociale "Il Graticolato" - il Presidente ha ufficializzato l'imminente vaccinazione da parte dell'Azienda sanitaria "Euganea" di quanti frequentano e lavorano presso il Centro Paolo Sesto di San Giorgio delle Pertiche. 

Sarà che Lodovico ha recentemente contratto il virus ed è ancora in convalescenza per questo, sarà che sente su di sè la responsabilità di una comunità composta anche da persone particolarmente vulnerabili che finora hanno affrontato con successo la "seconda ondata", sta di fatto che nella sua lettera egli ricorda "che la scelta di vaccinare subito persone in difficoltà è una scelta che onora lo Stato, ma onora anche i familiari di queste persone, perché non si sentano abbandonati e perché i loro figli non vengano considerati persone con minori diritti". E conclude: "Lamentarsi di essere dimenticati ed abbandonati è facile, più difficile è capire il grande valore della scelta fatta, priviledigano nelle vaccinazioni le persone più fragili".

È evidente che la vaccinazione in Italia è e resta facoltativa, ma è altrettanto evidente che tutti sono chiamati a fare di tutto per tutelare la propria salute e quella degli altri, sopratutto quando ci sono di mezzo persone a cui da sempre - ben prima della pandemia - si dedicano tutte le energie e le attenzioni possibili. 

Buona salute a tutti!