Il Giglio

Visite: 96

CENTRO DIURNO

L’idea di realizzare all’interno del Centro Paolo VI un Centro Occupazionale Protetto nasce nel 2008, in quanto alcuni utenti del "Graticolato" possedevano un livello di invalidità superiore alla soglia prevista per l’inserimento delle persone disabili in un Centro Diurno. Esso vuole quindi dare una risposta adeguata alle esigenze delle famiglie, che altrimenti avrebbero dovuto gestire nel proprio domicilio la persona disabile per l'intera giornata.

Il progetto è operativo dal 2009 ed è collocato in un apposito laboratorio posto tra il Centro Diurno Il Graticolato e il Centro Diurno Il Gabbiano.

La quotidianità del COP è strettamente legata alle attività lavorative che si svolgono nelle altre sezioni del Centro Paolo VI. Il trasporto degli utenti è integrato con quello già organizzato per gli utenti del Graticolato, le attività extra lavorative sono le stesse e anche la mensa è comune.

Le lavorazioni che vengono quotidianamente svolte nel laboratorio sono legate soprattutto a una ditta che produce corpi termostato, ciotole e, saltuariamente, corpi pompa e cerchi. Qualora tali lavorazioni non siano disponibili, vengono introdotte all’interno del COP commesse assegnate al Graticolato o alla Ginestra. Le lavorazioni vengono poi suddivise nelle diverse isole di lavoro, in ognuna delle quali lavorano gli utenti che vengono seguiti da un operatore, incaricato di gestire sia la parte organizzativa che quella relazionale.
Le commesse solitamente vengono suddivise in più fasi e ogni utente ne svolge solo una, esse vengono assegnate alle diverse persone in base alle loro capacità, per questo, all’interno del COP, non ci sono solo utenti di questa sezione ma anche del Graticolato. I continui scambi di informazioni di tipo educativo e tecnico-organizzativo, infatti, consentono l’avvicendamento non solo delle commesse, ma anche delle persone all’interno dei diversi spazi.

In coordinamento c on la serra, vengono poi svolte semplici attività lavorative esterne, in serra e negli spazi agricoli limitrofi al Centro Paolo VI. Soprattutto nel periodo primaverile ed estivo, alcuni utenti che hanno dimostrato interesse per questo tipo di attività, seguiti dagli operatori del Graticolato e del COP, aiutano i vivaisti a seminare o a trapiantare, fiori, ortaggi e piantine da orto.

Il COP e Il Graticolato hanno un’unica équipe educativa, per meglio gestire le sinergie e le attività svolte in comune: motorie (ginnastica e piscina) e ricreativo-educative come il teatro, il cineforum e qualche uscita sul territorio.

Nel COP Il Giglio sono attualmente inserite 20 persone disabili.