L'AUTISMO HA BISOGNO DI FORMAZIONE

Foto di CottiniIl Prof. Lucio Cottini, ordinario di didattica e pedagogia speciale presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Urbino, qualche giorno fa ha fatto visita al Centro Paolo Sesto per un’intera giornata di formazione sui disturbi dello spettro autistico.

A pendere dalle sue labbra - trattandosi di uno dei massimi esperti italiani in materia – un ristretto drappello di operatori della Cooperativa Sociale Il Graticolato scs, scelti tra quanti quotidianamente seguono i ragazzi autistici inseriti nei tre centri diurni e tra quelli che da qualche giorno hanno avviato “13dici sedici”, un servizio pomeridiano dedicato a minori autistici residenti nel territorio dell’Alta Padovana.

A una prima panoramica sulla breve storia dell’autismo in Italia, è seguita un’attenta disamina delle più recenti teorie in ordine alle cause e alle metodologie di cura e relazione più “in voga”, prima di passare (nel pomeriggio) a un’analisi specifica delle modalità di approccio che gli operatori del Centro Paolo Sesto adottano quotidianamente.

La competenza scientifica e la passione educativa messe in campo dal prof. Cottini hanno colpito nel segno, lasciando nelle teste (e nei cuori) dei nostri operatori un bagaglio di teorie e di buone prassi che essi non mancheranno di sperimentare con i “nostri” ospiti affetti da disturbi del comportamento.

La visita del professore si inquadra nelle svariate iniziative rivolte all’autismo che negli ultimi anni il Centro Paolo Sesto ha metto in atto e che dovrebbero portare un giorno non troppo lontano alla creazione di alcuni servizi assistenziali presso l’ex-vivaio di Vaccarino, come richiestoci dall’Azienda Ulss 6 tre anni fa. La strada è lunga, ma il buongiorno si vede dal mattino…

Visite: 0