SI È RIUNITO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Visite: 119

All'indomani della riuscitissima visita del vescovo di Padova al Centro Paolo Sesto, si è svolto venerdì pomeriggio il Consiglio di Amministrazione della Cooperativa Sociale Il Graticolato Scs. Ricco l'ordine del giorno e densi i lavori, che si sono protratti fin quasi all'ora di cena, a riprova delle tante cose su cui è necessario confrontarsi e decidere.

Un primo aspetto su cui si è concentrato il Cda è il suo rinnovo, nel senso che esso è appena scaduto e per i primi di ottobre prossimo è stata convocata l'assemblea dei soci che provvederà  all'elezione del nuovo organo, il quale resterà  in carica i prossimi tre anni.

Il clou della riunione, però, è stata l' analisi della situazione economica a pochi mesi dal trasloco nella nuova sede della Cooperativa di lavoro La Ginestra e in vista del completamento dei lavori per l'inaugurazione della nuova palestra e del nuovo Gruppo Appartamento, in occasione della canonizzazione a metà  ottobre di Papa Montini. A tal proposito, proprio per affrontare le ultime spese del cantiere edile, il Cda ha deciso di verificare la possibilità  di attivare un prestito bancario. Ciò è reso possibile, oltre che dalla solidità  finanziaria e patrimoniale raggiunta negli anni dal Centro Paolo Sesto, anche dal definitivo superamento della crisi, che ha comportato negli ultimi mesi una decisa ripresa delle commesse di lavoro e il delinearsi di buone prospettive economiche per La Ginestra stessa.

Un altro aspetto importante discusso dai consiglieri è la valorizzazione dell'ex-vivaio Gribaldo di Vaccarino, dove si ipotizza in futuro la realizzazione di un'area ludico-sportiva-ricreativa, in cui promuovere attività  sociali e assistenziali rivolte al territorio.

Per finire, la delicata questione del la gestione del personale di una realtà  complessa come il Centro Paolo Sesto - una novantina di dipendenti e più di un centinaio di soci - per la quale il Cda ha votato all'unanimità  dei presenti che la responsabilità  di tale gestione sia condivisa tra il Direttore e il Presidente.

Finisce qui il lavoro triennale di questo Cda, toccherà  al prossimo caricarsi sulle spalle e portare avanti l'avventura chiamata Centro Paolo Sesto.