SI È RIUNITO PER L’ULTIMA VOLTA QUESTO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE - Il Graticolato

Tutte le cose, come è noto, hanno un inizio e una fine. Non è da meno l’attuale Consiglio di Amministrazione della Cooperativa Sociale Il Graticolato Scs, che, scaduto formalmente nel giugno scorso, da allora vive in regime di prorogatio, in attesa che il prossimo 5 ottobre (alle ore 17.00 presso il Centro Paolo Sesto), si riunisca l’assemblea ordinaria dei soci per eleggere il nuovo Consiglio di Amministrazione che resterà in carica i prossimi tre anni.  

Proprio tale scadenza ha deliberato il Consiglio di Amministrazione riunitosi ieri sera che, come prescriveva l’ordine del giorno, ha poi affrontato altre importanti questioni.

In primis l’ammissione di due nuovi soci (uno lavoratore e l’altro volontario), poi il Presidente Lodovico Nalon ha informato i consiglieri dell’avvenuto ripristino e consegna al legittimo proprietario (l’ex parroco di Arsego, don Silvano Isati), della Casa don Bruno Cremonese, che per anni ha ospitato la Comunità-alloggio e poi il nostro Gruppo appartamento. L’immobile al piano superiore è tornato nelle mani di don Silvano, il quale ha acconsentito che nell’appartamento al piano terra continuassero ad abitare tre dipendenti del Centro Paolo Sesto.

Il direttore, dott. Mauro Barbieri, ha poi informato il Consiglio sugli esiti dell’attivazione di un mutuo per il completamento dell’immobile posto a Nord del Centro Paolo Sesto, che ospiterà la nuova palestra e il nuovo Gruppo Appartamento. Due istituti di credito hanno ancora una volta dato fiducia alla nostra realtà, erogando i fondi richiesti a fronte della credibilità economica e dei nostri bilanci in attivo. Un vivo ringraziamento va alle due banche coinvolte nell’operazione.  

Sul calendario delle aperture e delle chiusure del Centro per l’anno prossimo si sono poi concentrati i consiglieri, i quali hanno deliberato la chiusura per ferie di due settimane ad Agosto e la chiusura dal 23 dicembre p.v. al 2 gennaio 2019 per quanto riguarda la pausa estiva. Già dettagliato anche il programma delle équipe di formazione durante l’anno, mesi di luglio e agosto esclusi. Tutto ciò è stato deliberato alla luce delle disposizioni emanate per tutti i Centri diurni del Veneto, i quali dovranno garantire l’apertura delle strutture per almeno 227 giorni all’anno.

In vista dell’assemblea dei soci del prossimo 5 ottobre, che provvederà all’elezione del nuovo CDA, l’organo uscente ha provveduto a definire i criteri di individuazione dei nuovi membri che saranno scelti dai soci per la prosecuzione del buon governo della nostra realtà.

Non ci resta che ringraziare i membri uscenti del CDA per il prezioso lavoro svolto e per le competenti energie profuse sin qui. Dopo tre anni di mandato il Centro Paolo Sesto è ancora più grande e presenta ancora i bilanci in ordine. Meglio di così…

graticolato

.

Vedi tutti i post

Scrivi un commento

logged inYou must be to post a comment.